Flat design 2.0

, , , , , , ,

Io sono sempre stato un fan del “Flat Design”, mi piace l’essenzialità in tutte le sue manifestazioni e quindi non potevo che essere d’accordo. Qualche volta riconosco che un design completamente flat è difficile per l’utente e infatti l’interfaccia di Windows 8 che citano nell’articolo ne è un bell’esempio. Continua a leggere

Fabrizio e il gheppio, storia breve di un’amicizia intensa

,

Cari amici, oggi vi racconto una storia, comincia un po’ da lontano, ma se amate gli animali vi consiglio di leggerla fino in fondo.

Siamo ai Pratoni del Vivaro, nel Parco regionale dei Castelli Romani, più precisamente nell’ex Centro Equestre Federale della FISE, ormai fallito da tempo. E’ un’area molto bella e tranquilla, tante persone vengono qui con i loro cani, oppure a fare sport e molti animali la frequentano sapendo probabilmente che sono al sicuro, quanto meno più al sicuro che da altre parti.

Poco più di un anno fa vidi per la prima volta un gheppio litigare con gli onnipresenti corvi e fu proprio grazie a quel breve e fugace incontro che mi appassionai all’idea di fotografare gli animali e decisi di comprare un tele obiettivo. Ovviamente le mie finanze non consentivano di acquistare uno dei super costosi giocattoli che molti fotografi naturalisti sfoggiano, ma il caso volle che proprio in quei giorni Nikon avesse presentato un teleobiettivo di buona qualità ad un prezzo “umano” e dopo qualche prova feci il mio investimento. Continua a leggere

Pratoni del Vivaro, winter moments

Cari amici, l’inverno qui da noi non è mai molto rigido, ma quest’anno sta facendo un po’ più freddo e ai Pratoni del Vivaro, anche se non molto distante dalla città, il clima è decisamente più rigido. Una buona occasione per vedere qualche spruzzo di neve, giocare con il ghiaccio e rincorrere il mio amico Gheppio, anzi i miei amici perché ce ne sono almeno tre.

Ho ancora molto da fare per perfezionare la mia capacità di usare il 200-500 su uccelli in volo, ma finalmente ho realizzato anche qualche scatto in movimento 🙂 Continua a leggere

Giocare può salvare il mondo, perché il pensiero contro intuitivo è il nostro migliore alleato

Oggi mi sono imbattuto in un video del TED molto interessante, in cui questa ricercatrice Americana parla dei giochi online e della sua teoria che tutte le ore spese nel gioco possano migliorare il mondo.

Il video è estremamente intelligente e ve ne raccomando davvero la visione, ma la cosa che più mi ha colpito è che questo video parla di un’attività che io non pratico forse da 20 anni, ovvero spendere tempo nel giocare online, e quindi avrei potuto tranquillamente ignorarlo e perdere così tutti gli insight di valore che ci sono dentro. Invece, non so per quale motivo, ho insistito nella visione e la storia raccontata mi ha così intrigato che non solo ho finito di guardarlo, ma ne ho anche ricavato delle idee utili, utilizzando l’approccio assolutamente contro intuitivo che questi scienziati hanno immaginato e che non vi rivelo qui per non rovinarvi la sorpresa se deciderete di guardarlo. Continua a leggere

Lightroom all’ennesima potenza

No so voi, ma io non sono un super fan della post-produzione. Pur riconoscendo il ruolo primario che riveste nel creare foto di impatto, non mi piace spendere ore e ore a cercare di trasformare una foto in una cosa che non è, ragione per la quale il 90% dei miei post-processamenti avviene all’interno di Adobe Lightroom, invece che in Adobe Photoshop.

Lightroom è uno strumento molto potente e offre, almeno nelle versioni più recenti, un gran numero di funzioni che risolvono davvero moltissime problematiche. Vi posto due link, uno con tutte le scorciatoie da tastiera, che rendono molto più veloce il passaggio da un modulo all’altro, senza dover utilizzare il mouse, e un altro link invece che spiega in dettaglio come utilizzare le funzioni di Lightroom per creare un file HDR, combinando esposizioni multiple direttamente da questo software e senza l’utilizzo di moduli esterni. Continua a leggere

Cuffie a riduzione di rumore, l’isolamento giusto per la concentrazione

Mi è sempre piaciuto potermi estraniare dall’ambiente che mi circonda e concentrarmi per aumentare al massimo la produttività, ma fino a non molto tempo fa avevo utilizzato i semplici auricolari del telefono, che pure danno buoni risultati.

Circa un anno fa però Debora mi ha regalato le cuffie Beats Solo2 e da lì ho scoperto un’altro mondo. Queste cuffie infatti sono del tipo “on ear”, ovvero hanno degli ampi padiglioni che aderiscono bene all’orecchio e isolano molto dai rumori ambientali, o almeno parecchio di più di quanto facesse la mia soluzione precedente. Dopo solo un anno di uso moderato e molto rispettoso però, le cuffie Beats hanno deciso di defungere ingloriosamente e ovviamente fuori garanzia, per cui ho deciso di sostituirle e possibilmente con un prodotto di un’altra marca. Continua a leggere

L’inverno è arrivato… proprio caldo non fa.

,

Dopo tanto parlare del global warming l’inverno pieno è arrivato anche qui da noi, infatti sono un paio di giorni che le temperature sono abbondantemente al di sotto dello zero durante la notte e spesso anche di giorno.

Approfittando del freddo “polare”, oggi abbiamo fatto la nostra consueta passeggiata con Phoenix ai Pratoni del Vivaro e ho osato portare la macchina fotografica con me… non è stato proprio semplice, ma qualche foto è venuta fuori e le mani hanno ancora tutte le dita attaccate. Continua a leggere

Buoni propositi di inizio anno

Cari amici, come scrivevo ieri su Facebook, sono abbastanza anziano per sapere che i nuovi anni sono come i precedenti, ma abbastanza giovane per credere che, con il necessario impegno e la dovuta fiducia, si possono ottenere sempre risultati molto maggiori di quanto si pensi.

Mi piace ricondividere qui questo video che racconta la storia di Jared e della sua lotta contro il peso eccessivo, come una delle tante possibili testimonianze di quanto il coraggio e la forza di volontà siano potenti e un’altro video in cui mi sono imbattuto sempre sul sito di DPP Yoga, che racconta un’altra storia dal finale edificante, questa volta contro l’affermazione che un ex veterano della guerra in Iraq non sarebbe mai più stato in grado di camminare. Continua a leggere