Lightroom all’ennesima potenza

No so voi, ma io non sono un super fan della post-produzione. Pur riconoscendo il ruolo primario che riveste nel creare foto di impatto, non mi piace spendere ore e ore a cercare di trasformare una foto in una cosa che non è, ragione per la quale il 90% dei miei post-processamenti avviene all’interno di Adobe Lightroom, invece che in Adobe Photoshop.

Lightroom è uno strumento molto potente e offre, almeno nelle versioni più recenti, un gran numero di funzioni che risolvono davvero moltissime problematiche. Vi posto due link, uno con tutte le scorciatoie da tastiera, che rendono molto più veloce il passaggio da un modulo all’altro, senza dover utilizzare il mouse, e un altro link invece che spiega in dettaglio come utilizzare le funzioni di Lightroom per creare un file HDR, combinando esposizioni multiple direttamente da questo software e senza l’utilizzo di moduli esterni.

Qualche minuto che vale davvero la pena spendere per capire come creare immagini HDR di maggior impatto, quando le condizioni di luce rendono impossibile cogliere tutta la gamma dinamica della scena con una singola esposizione 😉

Nella copertina c’è un’immagine della Valle di Lamar, nel parco di Yellowstone, uno dei posti storici per gli amanti dei lupi, perché è stato il luogo dove è stato reintrodotto il primo branco dopo che l’uomo li aveva fatti scomparire dal parco,  la foto è naturalmente HDR 😉

Per gli amanti dei dettagli, è stata scattata con una Nikon D750 poggiata su un cavalletto Manfrotto Befree, obiettivo 24-120 f4, ISO 100 a f9, ed è la combinazione di 3 esposizioni scattate in bracketing a 1 stop di distanza l’una dall’altra.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *