,

Una bella foto val bene una grande fatica

Come si sarà intuito dalle foto precedenti, la Florida è un posto dove gli animali, specialmente quelli alati, non mancano.
 
Quello di oggi è uno degli scatti che mi piacciono di più del viaggio, sia per il risultato fotografico, che per la specie fotografata (Osprey, falco pescatore), ma anche e soprattutto per la modalità fotografica.

 
Come al solito la mia mattinata era iniziata molto presto, sono arrivato in questo posto che mi avevano consigliato, ma onestamente di primo acchito non mi è sembrato granché, dopo aver fatto un giretto con la macchina, ho parcheggiato e ho fatto un lungo percorso a piedi, di circa 8 Km, sempre in solitaria e con la continua attenzione all’ambiente, visto che all’ingresso c’era ben evidente il cartello “Non dare da mangiare agli alligatori”, che io, da buon turista fai da te, ho interpretato come: “Non farti mangiare dagli alligatori” 😉
 
Lungo il percorso però solo un fugace avvistamento dell’alligatore, e un sacco di aironi, ma nascosti nel folto del fogliame e impossibili da fotografare. Spinto dalla voglia di non farmi mangiare decido di tornare indietro non dal sentiero, ma dalla strada su cui il sentiero finiva. Cammino per altri 3/4 Km, quando vedo un signore seduto sulla sedia, con treppiede e macchina fotografica, teleobiettivo di rito, puntato verso l’alto.
 
Lì c’è un Osprey femmina, che accudisce i suoi piccoli nel nido, che si sentono ma non si vedono, diciamo ad una decina di metri di altezza e il signore mi fa notare che dietro di noi c’è il maschio appollaiato su un altro albero. Dopo una mezz’ora di energiche proteste da parte della moglie, il marito Osprey finalmente spicca il volo e va a procurarsi provviste, mentre noi ci piazziamo pronti al suo ritorno, con il malcelato obiettivo di beccarlo proprio mentre deposita il pesce sul nido. A dispetto dei nostri insani propositi però, il marito Osprey decide di tornare da dietro al nido, depositandoci dentro il pranzo, da un angolo per noi invisibile, e ricomparendo sul nido solo qualche secondo dopo… come si dice, non tutte le ciambelle riescono con il buco.
 
Probabilmente però il signor Osprey aveva dimenticato di prendere il dolce, perché dopo una ventina di minuti la sua consorte lo rimanda via, ed è proprio in questo momento che lui, volando non troppo distante e non troppo in alto mi ha regalato la foto che vedete… in verità di foto ne ho qualcun’altra buona, ma questa è la posa che mi piace di più.
 
Non male per sedici Km di camminata e una sveglia alle 5.00 di mattina no? 😉
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *