Nikon AF-S NIKKOR 500mm f/5.6E PF ED VR, Il nuovo arrivato si difende bene

Oggi ho avuto modo di provare fugacemente il mio nuovo obiettivo, il Nikon 500 PF (nome completo: Nikon AF-S NIKKOR 500mm f/5.6E PF ED VR ), e devo dire che la prima impressione è decisamente positiva, qui allego qualche foto, in condizioni di luce non proprio ideali. Semplice post produzione con Lightroom, senza passaggi in Photoshop, nitidezza, riduzione rumore, ecc… Insieme alle foto anche un piccolo elenco di pro e contro che ho riscontrato, tenete presente ovviamente che sono le impressioni a caldo dopo averlo usato per un paio d’ore 😉

PRO

  • Assolutamente nitido a tutta apertura (f5.6), non ho mai sentito il bisogno di chiuderlo per recuperare nitidezza, sia con soggetti vicini che lontani. Rispetto al 200-500 mi sembra decisamente meglio, non saprei quantificare di quanto, ma le foto mi sembrano ottime anche senza nessuna forma di sharpening, mentre l’altro mi lasciava sempre un po’ con  la sensazione di non avere una foto davvero ben fatta.
  • Autofocus velocissimo, qui davvero non c’è storia con il 200-500, per la prima volta riesco ad agganciare i soggetti in volo praticamente senza fatica, persino i piovanelli che volano come il vento.
  • Maneggevolezza e comfort nell’uso incomparabili. Il peso di soli 1,4 Kg e la dimensione lo rendono davvero piacevole da utilizzare e consentono di scattare anche al volo e da posizioni impensabili e scomode, il che spesso fa la differenza tra il portare a casa una foto o il non riuscire a farla.

CONTRO

  • La staffa per il treppiede è piccola e scomoda… decisamente ridicola rispetto alla dimensione dell’obiettivo, che per quanto compatto è comunque un tele.
  • Stabilizzatore parecchio rumoroso, si avverte distintamente specialmente restando al chiuso, tipo nella macchina, e immagino che sarebbe lo stesso in un capanno, qui il 200-500 era decisamente più silenzioso.

Alcuni lamentano una certa inconsistenza dello stabilizzatore con tempi molto bassi, io onestamente a meno di 1/500 devo appoggiarmi da qualche parte, con la D850 e i suoi 46 Megapixel il micro mosso non perdona ed evidentemente le mie mani non sono così stabili, comunque questa è un’area in cui dovrò indagare meglio, così ad occhio mi sembra uguale o addirittura migliore dello stabilizzatore del 200-500, che pure eccelleva in questo comparto.

Alla prossima puntata per impressioni più approfondite 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *