Stretching mattutino

Una foto deve raccontare una storia interessante per catturare chi la guarda e questa di oggi sicuramente cattura la mia attenzione.

Questo cavaliere d’Italia sta facendo il suo primo giro mattutino in questo bellissimo (e famoso) stagno nel Parco Nazionale del Circeo, e come tutti noi appena svegliati ha l’istinto di stirarsi un po’ le braccia… pardon le ali, prima di mettersi all’opera

I più attenti noteranno che nell’acqua c’è il suo riflesso appena accennato e la bellissima trama delle penne delle sue ali.

Vorrei dirvi che questa foto è frutto del caso, ma non è così. E’ il risultato di tre ore sdraiato sulla sabbia bagnata, dalle 5.00 del mattino per non essere di disturbo, sotto a due reti mimetiche e con la cervicale ululante. Avevo già notato questo gesto poco prima e mi sono spostato leggermente, sempre da sotto le reti, per avere una visione migliore e la sua faccia vagamente girata verso di me. Sono stato attentissimo aspettando che lo facesse di nuovo, e al minimo indizio dello stesso movimento il live View della Z6 e i 9 frame al secondo di velocità di scatto hanno fatto il resto. La fortuna aiuta gli audaci, ma se l’audace è preparato è meglio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *