Agli inizi della mia esperienza di fotografo naturalista cercavo di arrivare sempre più vicino ai miei soggetti, mi preoccupavo della nitidezza assoluta delle foto e molto meno del lato “artistico” e di raccontare qualcosa.

Poi mi sono appassionato anche a scatti di questo tipo, in cui il soggetto animale rappresenta proporzionalmente una parte molto piccola dell’immagine, anzi se non la si apre a tutto schermo quasi non lo si vede, eppure racconta prepotentemente un momento interessante.

E’ ormai il tramonto di una giornata invernale piuttosto fredda, gli ultimi raggi di luce illuminano frontalmente queste piante sull’orlo di un piccolo corso d’acqua e uno sparuto gruppo di uccellini si insegue rimanendo per qualche istante posato sulle piante. La giornata volge al termine, è ora di trovare un posto sicuro per la notte. Il mondo è complicato e sopravvivere è un lavoro, ma ormai è tardi, è ora di riposare e di recuperare le forze per combattere una nuova battaglia domani. Una sensazione che molti di noi, specialmente in questo particolare momento, possono capire molto bene.

Nikon Z6 II + AF-S NIKKOR 500mm f/5.6E PF ED VR + Nikon TC 1.4 III

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *