Articoli

I am blue

,

Durante il mio ultimo viaggio a Yellowstone ho avuto modo di vedere e fotografare tantissimi animali, ma questo piccolo uccellino mi è rimasto nel cuore. Si chiama Mountain Bluebird ed è una delizia per gli occhi, nonché molto simpatico e sfrontato, qui chiedeva a gran voce un supporto per fare una colazione migliore 😉 Continua a leggere

Non tutte le ciambelle riescono col buco…

,
Non tutte le ciambelle riescono col buco… ma magari sono buone ugualmente 😉
 
Stamattina sveglia alle 4.00 per appostarsi e cercare di vedere i lupi, senza successo. Nel meraviglioso prato dove ci trovavamo però, appena sorto il sole sono passati diversi rapaci ed è così che da lontanissimo sono riuscito a ricavare questa foto.

Continua a leggere

Editando piano piano…

,

Prosegue con una certa lentezza la post produzione delle foto della Florida, questa di oggi è una delle più “colorate”, si tratta di una Purple Gallinule, un uccello dai colori così sgargianti che si potrebbe guardarlo per ore. E’ molto simile alla nostra gallinella d’acqua, che però è nera, chissà perché molti uccelli della Florida sono la versione più colorata dei nostri 😉 Continua a leggere

Questione di sguardi, Abruzzo Edition

Cari amici, ieri abbiamo fatto una rapida puntata in Abruzzo in cerca dei nostri amici lupi, che però non si sono manifestati. Così, un po’ sul tardi, abbiamo fatto il nostro consueto giretto a Villetta Barrea. Continua a leggere

I sogni nel cassetto

Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.
(Steve Jobs)

Continua a leggere

Fabrizio e la civetta

,

Cari amici, oggi vi propongo un piccolo video di un altro pennuto che è il mio preferito insieme alla spatola rosa. Si tratta di una piccola civetta che nidifica in dei buchi sul terreno, chiamata Burrowing owl.

Sorprendentemente queste civette si trovano in un’area sportiva al centro di Miami e, mentre centinaia di ragazzi si allenano e giocano nei campi, passano tranquillamente il tempo vicino alle loro tane, recintante con delle corde in modo che le persone rimangano almeno ad un paio di metri da loro. Continua a leggere

Un lupo contro sei cavalli… chi vincerà secondo voi?

Dopo tre giorni di faticosa ricerca, non solo abbiamo trovato i lupi in Abruzzo, ma ho avuto la fortuna di cogliere in un video una situazione davvero particolare.

Questo gruppo di sei lupi stava beatamente riposando al sole, e poco lontano pascolava un cavallo, che dopo un po’ di tempo ha deciso di compiere un’azione temeraria, si è avvicinato ai lupi e li ha spostati, sdraiandosi a terra e marcando il terreno, come per dire “Ragazzi questa è roba mia”.

Non avrei mai creduto ad una scena del genere se non l’avessi vista con i miei occhi, guardare per credere 🙂

Il rumore nella fotografia naturalistica, come sopportarlo al meglio

Diciamo la verità, a chi non piacciono le foto super nitide a 100 ISO? Eppure se si pratica la fotografia naturalistica spesso si è ben lontani da queste sensibilità ISO, complici una serie di fattori: Continua a leggere

Focus stacking in camera con la D850

La D850 ha una qualità di immagine davvero impressionante, e nel complesso risulta essere una macchina davvero potente e versatile. Per esplorare un po’ le sue potenzialità, ieri mi sono divertito ad utilizzare la funzione di Focus Stacking in camera, che Nikon ha chiamato “Focus shifting”.

In sostanza si mette a fuoco sulla parte più vicina di un elemento e poi si imposta un numero di scatti e un intervallo di messa a fuoco e la macchina scatta automaticamente spostando la messa a fuoco. Il risultato sono una serie di immagini in ciascuna delle quali è a fuoco una diversa porzione del soggetto e quindi ricombinabili poi con un apposito software di Focus Stacking per ottenere una foto completamente a fuoco.

Questa tecnica è particolarmente utile quando si fa foto macro, dove l’ingrandimento spinto di un soggetto molto piccolo, come una mosca per esempio, fa sì che sia fuoco solo qualche mm con un solo scatto e quindi si rende necessario l’utilizzo di questa tecnica. Il focus stacking però può essere utilizzato anche nel paesaggio, sfruttandolo per avere una foto in cui sia a fuoco tutto, dal primo piano all’infinito.

Naturalmente si può fare focus stacking con l’ausilio di slitte micrometriche manuali o automatiche, ma averlo in camera rende tutto molto più semplice e veloce, riducendo anche a zero il rischio di micromosso, perché non si tocca la fotocamera, che può anche essere anche impostata per l’utilizzo dell’otturatore elettronico e dello scatto silenzioso.

La foto di copertina è stata scattata con un obiettivo macro da 60mm, f7.1, esposizione 4″, combinando i 10 scatti prodotti dalla D850 con Helicon Focus.

Gear upgrade e altro…

Cari amici, dopo una lunga riflessione ho deciso di fare un ulteriore cambio di attrezzatura, che è stato molto sofferto perché decisamente costoso, ma guardando i risultati non posso che esserne incredibilmente soddisfatto. Come sapete ho usato per diversi mesi la D500, che mi ha consentito di fare un sacco di foto naturalistiche che prima erano impossibili, grazie alla sua velocità e al suo enorme buffer. Continua a leggere